I fondi archivistici sono di vaste proporzioni (oltre 4.000 cartolari d’archivio). Accanto all’Archivio Schmidl che documenta in particolare le ricerche per il Dizionario e per la formazione della sua raccolta, figurano gli archivi dei teatri Armonia, Filodrammatico, Mauroner e Fenice, quelli del Teatro Stabile (1954-1980), del Teatro Verdi (1798-1980) e del Premio Musicale “Città di Trieste“. Vi sono poi archivi di società teatrali e di privati ed artisti, tra i quali Giulio Viozzi, Dario Daris e John Gualiani.

  • Archivio Carlo Schmidl

    Riordinato nel 1997 e costituito da 47 cartolari d’archivio, il fondo contiene materiale vario (difficilmente riconducibile a tipologie o serie archivistiche), relativo all’attività di Carlo Schmidl, alla pubblicazione del Dizionario Universale dei Musicisti ed all’istituzione del Museo.

  • Archivio del Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Trieste

    Riordinato nel 1992, e costituito da un migliaio di cartolari d’archivio, il fondo custodisce la documentazione relativa a due secoli di vita e di attività del Teatro Verdi (già Teatro Nuovo, poi Grande, quindi Comunale).

  • Archivio del Teatro Stabile di Prosa di Trieste

    Riordinato nel 1989 e costituito da circa 450 unità tra cartolari e scatole d’archivio, il fondo custodisce atti contabili e amministrativi, copioni e fotografie, nonché varia documentazione relativa all’attività artistica dell’Ente Autonomo del Teatro Stabile di Prosa di Trieste e del Friuli-Venezia Giulia, a partire dalla sua istituzione nel 1969. Archivio Giulio Viozzi – Riordinato nel 1995 e costituito da 55 cartolari d’archivio, il fondo contiene la documentazione relativa all’attività artistica, didattica e divulgativa del compositore triestino.

  • Archivi Dario Daris e John Gualiani

    Costituito da 234 cartolari d’archivio, il Fondo Daris conserva note e appunti raccolti da Dario Daris (1918-1991), in cinquant’anni di ricerca, su cantanti di ogni epoca e di ogni parte del mondo. Il fondo raccoglie dunque notizie, manoscritte e a stampa, su oltre 15.000 artisti. Ad esso si affianca il meno voluminoso fondo (27 cartolari d’archivio) frutto delle ricerche condotte nel corso di una vita sui cantanti lirici dei secoli XIX e XX da John Gualiani (1916-1993).

  • Archivio Premio Musicale “Città di Trieste”

    Ordinato in circa 250 cartolari d’archivio, il fondo contiene la documentazione relativa all’attività del Premio Musicale dalla sua istituzione nel 1950 alla sua chiusura nel 1999, articolata nelle serie: Atti amministrativi, Partiture e materiale d’orchestra, Compositori, Composizioni incise su nastri magnetici, Indirizzari, Materiale propagandistico, Fédération des concours internationaux de musique.

  • Dono Anzelotti de Dolcetti

    Riordinato nel 1999 e costituito da 25 cartolari d’archivio, consiste in carte, giornali, riviste, libri e fotografie appartenuti a Carlo de Dolcetti (1876-1959). Particolare interesse rivesta la documentazione relativa all’attività del giornale politico-satirico “pupazzettato” Marameo, fondato da de Dolcetti nel 1911, ed ai concorsi di canzonette popolari triestine indetti a Trieste a partire dal 1890 prima dal Circolo Artistico, poi dalla Lega Nazionale ed infine dello stesso Marameo.

Orari
lunedì e mercoledì 9.00 – 16.00
martedì, giovedì e venerdì 9.00 – 13.00
(previo appuntamento telefonico).
Chiusura: agosto

Costi
Consultazione gratuita, fotocopie a pagamento

Come Arrivare
Autobus n. 5, 8, 9, 10, 11, 17, 19, 25, 30