Sinfonie di primavera

Sinfonia di Primavera

Pubblicato il

Seconda puntata domenica 23 marzo del ciclo Sinfonia di Primavera allo “Schmidl”, quattro appuntamenti domenicali alla scoperta della collezione di strumenti musicali del Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” nella sua sede di Palazzo Gopcevich (Via Rossini, 4). La formula è quella di una speciale visita guidata, sempre con inizio alle 11.00 e per la durata complessiva di un’ora un po’ abbondante, dedicata di volta in volta ad uno o più strumenti musicali.
La seconda tappa di questo percorso primaverile, domenica 23 marzo, è dedicata agli strumenti ad arco. A tracciarne brevemente la storia (con particolare attenzione agli esemplari presenti nelle collezioni del Museo) e ad illustrarne caratteristiche e funzionamento, con alcune esemplificazioni dal vivo, saranno il conservatore dello “Schmidl” Stefano Bianchi ed i giovani musicisti del Quartetto di Udine: la violinista Anna Apollonio, la violista Lucia Zazzaro ed il violoncellista Antonio Merici. Accanto a loro, Daniele Russo, pianista del complesso che sta compiendo il proprio percorso di perfezionamento presso l’International Chamber Music Academy di Duino, fondata dal Trio di Trieste nel 1989 all’interno del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico. Una preziosa occasione di incontro tra visitatori del Museo e giovani interpreti che si affacciano alla ribalta del concertismo internazionale, con la possibilità di vedere da vicino e ‘toccare con mano’ i singoli strumenti, alla scoperta della loro storia e delle loro caratteristiche costruttive.
La successiva tappa (domenica 30 marzo) di questo percorso primaverile, che si intreccia con gli appuntamenti del corso di Storia della Musica proposto in queste settimane dal Museo Teatrale, sposterà l’attenzione sul pianoforte e sui rapporti tra questo ‘signore’ incontrastato dei salotti e delle sale da concerto ottocentesche con gli strumenti suoi ‘predecessori’.
La quarta ed ultima tappa (domenica 6 aprile) sarà infine dedicata alla raccolta di strumenti meccanici dello “Schmidl”.
La partecipazione è compresa nel normale biglietto di ingresso al Museo: intero euro 4,00; ridotto euro 3,00; gratuito per i bambini fino a sei anni non compiuti.