Notizie

GIUSEPPE VERDI, La musica vocale da camera nelle prime edizioni

Pubblicato il
Stiffelio - Locandina 1850
Stiffelio – Locandina 1850

Venerdì 13 dicembre si chiude il cerchio della serie di iniziative messe in campo nel corso del 2013 dal Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” per celebrare il secondo centenario della nascita di Giuseppe Verdi e Richard Wagner.
Presso la Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich, con inizio alle ore 17.30 (ad ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili), in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Giuseppe Tartini”, si terrà la presentazione del volume «GIUSEPPE VERDI, La musica vocale da camera nelle prime edizioni», pubblicato, a cura di Giulio D’Angelo e Paolo Troian, dall’Editore Forni di Bologna con il patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura di Budapest.

Introdotti dalla direttrice di Civici Musei di Storia ed Arte Maria Masau Dan e dal conservatore dello “Schmidl” Stefano Bianchi, saranno gli stessi autori a presentare la pubblicazione assieme al giovane e promettente soprano Federica Vinci.

La pubblicazione riunisce copia delle prime edizioni delle romanze da camera di Giuseppe Verdi alle quali il compositore riconobbe dignità di stampa. Queste composizioni appartengono in gran parte ad un periodo compreso fra il suo definitivo distacco da Busseto e gli anni immediatamente successivi all’affermazione di «Nabucco». Sono pagine che permettono di disegnare all’ascolto la parabola ‘formativa’ di Verdi, anche attraverso i suoi primi riferimenti non solo musicali, ma più largamente letterari e culturali. Si può così indirettamente aprire uno spiraglio sulle frequentazioni del compositore, sulle sue amicizie, sul milieu milanese in un periodo cruciale per la vita culturale e politica di questa città e dell’Italia in generale, all’alba dei moti risorgimentali che porteranno nella seconda metà dell’800 all’Unità sotto la corona sabauda.

La presentazione si presenta anche come un’occasione per celebrare in maniera originale il bicentenario della nascita di Verdi e Wagner, attraverso un confronto “a parità di testo”. Due delle «Sieben Compositionen zu Goethes “Faust”» op. 15 di Richard Wagner («Gretchen am Spinnrade» e il «Melodram Gretchens») saranno messe a confronto rispettivamente con «Deh, pietoso, oh Addolorata» e «Perduta ho la pace» di Giuseppe Verdi.
E non mancherà la ninna nanna «Fiorellin che sorgi appena» che Verdi e Francesco Maria Piave dedicarono alla nascita di Gabriele, figlio di Giovanni Severi, in occasione del loro soggiorno triestino per il completamento e l’allestimento dello «Stiffelio» nell’autunno del 1850.

Comts/RF