Lunedì dello Schmidl

RIGOLETTO

Pubblicato il

È dedicato a «RIGOLETTO», opera inaugurale della stagione del Teatro Verdi, l’appuntamento con OPERA CAFFÈ in calendario lunedì 28 novembre, alle ore 17.30, nella Sala “Bobi Bazlen” di Palazzo Gopcevich (Via Rossini, 4), per il cartellone dei “Lunedì dello Schmidl”, nel segno della consolidata collaborazione tra il Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”, l’Associazione Triestina Amici della Lirica “Giulio Viozzi” e la Fondazione Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”.

Nel nome dell’opera verdiana, si rinnova la formula del tradizionale incontro/dialogo tra il direttore, i cantanti, il regista, lo scenografo e i costumisti delle opere in programma al Teatro Verdi ed il loro pubblico. È questa l’occasione per incontrare e conoscere gli Artisti impegnati nella produzione del nuovo allestimento di «RIGOLETTO», melodramma in tre atti su libretto di Francesco Maria Piave dal dramma “Le Roi s’amuse” di Victor Hugo, su musica di Giuseppe Verdi.

L’opera, nella produzione firmata da Jean-Louis Grinda per l’Opéra Monte-Carlo, sarà in scena fino al 3 dicembre sotto la direzione del Maestro Fabrizio Maria Carminati. All’incontro, a cura di Giulio Delise, è attesa la partecipazione di tutti gli interpreti di questa popolarissima opera: Antonino Siragusa e Davide Giusti (Il Duca di Mantova), Sebastian Catana e Stefano Meo (Rigoletto, buffone di Corte), Aleksandra Kubas-Kruk e Lina Johnson (Gilda, figlia di Rigoletto), Giorgio Giuseppini (Sparafucile), Antonella Colaianni (Maddalena, sorella di Sparafucile), Sharon Pierfederici (Giovanna, custode di Gilda), Frano Lufi (Il Conte di Monterone), Fumiyuki Kato (Marullo), Motoharu Takei (Matteo Borsa, cortigiano), Giuliano Pelizon (Il Conte di Ceprano), Kaoruko Kambe (La Contessa, sposa del Conte di Ceprano), Simonetta Cavalli (Paggio della Duchessa), Hektor Leka (Usciere di Corte).

Lingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili