Notizie

Tartiniana

Pubblicato il

Giovedì 13 aprile con inizio alle ore 17.30 al Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”, saranno gli allievi della violoncellista Sanja Repše presso l’Atélier musicale Tartini di Lubiana i protagonisti dell’ultimo appuntamento con «TARTINIANA», il cartellone di eventi musicali collegati alla doppia mostra «El Tartini in piassa» e «Tartini 1692-1770», firmata da Duška Žitko, realizzata dal Museo del Mare “Sergej Mašera” di Pirano, allestita a Trieste nel segno di una proficua collaborazione transfrontaliera – arricchita dei preziosi cimeli tartiniani del Conservatorio “Tartini” – e visitabile fino a lunedì 17 aprile al Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” nella sua sede di Palazzo Gopcevich in Via Rossini 4.

Fondato a Lubiana nel 1990 dai violinisti Vildana e Vlado Repše, l’Atélier Musicale Tartini è nato nel nome del «Maestro delle nazioni» quale prima scuola musicale privata in Slovenia. I programmi di studio danno ampio spazio alla musica da camera e alle esercitazioni orchestrali. Numerosi sono i premi ottenuti in questi anni dagli allievi, molti dei quali, una volta conseguito il diploma, hanno approfondito la loro formazione con corsi di perfezionamento a Lubiana, Vienna, Mosca, Praga, Colonia, Zagabria, Amsterdam, Dallas, New York e Madrid.
Laureata presso il Conservatorio di Stato Čajkovski di Mosca, Sanja Repše si è successivamente perfezionata all’Accademia Musicale di Lubiana, all’École de Musique di Parigi e alla Scuola di Musica di Fiesole. Pluripremiata in concorsi musicali statali nel suo Paese, insegna all’Atélier musicale Tartini e al Conservatorio di danza di Lubiana. I suoi allievi hanno ottenuto premi in vari concorsi nazionali e internazionali. Co-autrice del testo scolastico Primi passi per i violoncellisti esordienti, siede nella giuria di diversi concorsi musicali.
Ad esibirsi sotto la sua guida nell’appuntamento di giovedì 13 aprile – in un programma con pagine di Tartini, Beethoven, Squire, Klengel, Purcell, Dvořák, Bowman, Sint-Saëns e de Abreu – saranno i suoi allievi Bor Grafenauer, Lina Senica, Kim Kozlevčar, Luka Papež, Neža Verstovšek, Samo Fučka, Aljaž Luci, Klemen Šubic, Asja Šoster Farasin, Arina Pavlovič.

L’ingresso alla manifestazione è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.