Come ogni mese, la seconda domenica è la giornata in cui i triestini (nati, residenti o studenti) possono entrare liberamente nei musei civici.

Anche domenica 9 marzo, perciò, chi voglia scoprire o riscoprire la storia della propria città troverà le porte aperte in queste strutture: Castello di San Giusto (aperto dalle 10 alle 17), Civico Museo di Storia ed Arte e Orto Lapidario (dalle 10 alle 17), Museo teatrale “Schmidl” (dalle 10 alle 17), Museo Sartorio (dalle 10 alle 17), Museo d’arte orientale (dalle 10 alle 17), Museo Morpurgo e Museo di Storia Patria (dalle 10 alle 17), Risiera di San Sabba (dalle 9 alle 19), Museo Revoltella (dalle 10 alle 19).

Non si potrà visitare, invece, il Museo del Risorgimento, chiuso per alcune settimane per lavori di manutenzione.
Domenica 9 sarà l’ultima giornata per visitare, al Museo d’arte orientale la mostra “Fragili tesori. Le porcellane italiane della collezione Lokar”, mentre al Museo Revoltella è aperta la mostra personale di Franko Vecchiet, “Memorabilia”.

Da segnalare tra le più recenti novità, al Museo Sartorio, la sezione dedicata ai capolavori provenienti dall’Istria nel rinnovato allestimento. La Risiera di San Sabba offre infine una bella mostra sulle iscrizioni trovate nelle sala delle celle, recentemente restaurate.

Comts/RF